Tumori, ad Ancona cure come a Milano

Convenzione azienda Ancona e Istituto nazionale tumori Milano

"Da oggi i cittadini delle Marche avranno le stesse opportunità di diagnosi e cura disponibili a Milano". Lo ha assicurato il direttore generale degli Ospedali Riuniti di Ancona Michele Caporossi, annunciando nel capoluogo la firma di una Convenzione con l'Istituto Nazionale dei Tumori (Int) di Milano che sancisce la piena e reciproca collaborazione tra le due realtà. L'iniziativa definisce e ufficializza un rapporto di reciproco scambio in atto, mettendo in comune protocolli diagnostici, terapeutici, ricerche e attività di prevenzione in campo tumorale riguardanti soprattutto le neoplasie toraciche e polmonari con particolare attenzione alle patologie rare. Sono oltre 350mila i nuovi casi di tumore ogni anno in Italia, ha ricordato Marcello D'Errico, preside della Facoltà di Medicina, di cui il 40% può essere prevenuto grazie alla diagnosi precoce e a corretti stili di vita. Ma il problema, secondo Rossana Berardi, direttrice della Clinica Oncologica, sono le neoplasie rare: sei ogni 100mila abitanti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere