Fatto brillare ordigno bellico

12 mila residenti evacuati, in azione artificieri Esercito

Gli artificieri dell'Esercito, effettivi al Reggimento genio ferrovieri di Castel Maggiore (Bologna), intervenuti su richiesta della Prefettura di Pesaro Urbino, hanno fatto brillare un ordigno bellico della Seconda Guerra Mondiale rinvenuto a Montecchio, frazione del Comune di Vallefoglia (Pesaro Urbino). Evacuati stamane, secondo la Prefettura di Pesaro-Urbino, circa 12 mila residenti in un raggio di circa 1.568 metri dal punto di rinvenimento dell'ordigno. Chiuso anche lo spazio aereo. Gli artificieri hanno prelevato la bomba per portarla in una cava a qualche chilometro di distanza. Le persone allontanate a scopo precauzionale dalla zona di rimozione e trasporto sono poi tornate a casa. L'operazione si è resa necessaria per la particolarità dell'ordigno, una bomba d'aereo da 250 libbre di produzione britannica. Dall'inizio dello scorso anno, sono oltre 4.000 gli ordigni residuati bellici fatti brillare dal personale del Reggimento genio ferrovieri di Castel Maggiore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere