Incendio a Fano tv, prosciolta manager

Era accusata di essere mandante. Gup scagiona i tre imputati

E' stata prosciolta per non aver commesso il fatto la manager pesarese Antonella Zaccarelli, accusata di esser stata la mandante dell'incendio causato la sera del 23 marzo 2017 alla sede di Fano Tv. Lo ha deciso il gup di Pesaro Francesco Messina che con la manager ha scagionato altri due imputati per non aver commesso il fatto. Solo per puro caso, le fiamme bruciarono solo lo zerbino. La procura aveva sospettato la Zaccarelli come mandante dell'incendio, secondo l'ipotesi iniziale attuato da un conoscente dalla donna con precedenti penali della donna. Un video di sorveglianza riprese un uomo camuffato che versava benzina e innescava le fiamme.
    L'ipotesi è che la manager avesse agito per vendicarsi di un giornalista dell'emittente per la fine della loro relazione.
    Tesi che la difesa ha sempre rigettato. Il reato era già stato derubricato da incendio doloso a danneggiamento semplice. "E' finito un incubo che sembrava non passare più" ha detto commossa l'imputata ai legali dopo il proscioglimento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere