Fallimento Tecnowind. Bravi, preoccupati

Priorità i 250 lavoratori, Conoscere motivazioni sentenza

Fallimento choc dichiarato ieri dal Tribunale di Ancona per la Tecnowind di Fabriano (Ancona), azienda attiva nel settore delle cappe da cucina e dei piani cottura. Per la Regione Marche una notizia "completamente inattesa", ha detto l'assessora al Lavoro Loretta Bravi. "Noi abbiamo seguito la vicenda Tecnowind dal 2015, ora la nostra preoccupazione è per la sorte dei circa 250 lavoratori in un contesto geografico già compromesso e già difficile". Bravi ha ricordato le ultime mosse della Regione con la richiesta di una proroga di sei mesi della cigs "che era stata inserita nella legge di bilancio 2018 per 140 esuberi. E' stata ottenuta con l'ultima circolare del febbraio 2018, con una politica attiva per i lavoratori, personalizzata. Ci aspettavamo non la notizia di ieri, ma la convocazione al Ministero per sottoscrivere l'accordo". Barvi parlerà con la commissaria dell'azienda e "vogliamo conoscere le motivazioni della sentenza per capire le azioni conseguenti che possiamo mettere in campo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere