Innovativo intervento ricostruzione seno

Protesi ultraleggera rivestita da membrana biologica

Sperimentato dall'Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, nella sede di Torrette, un innovativo intervento di ricostruzione del seno in seguito a tumore che consente di conservare le strutture muscolari, ridurre il dolore post-operatorio, le cicatrici e le limitazioni motorie, offrendo anche un miglior esito estetico. Effettuato il 7 febbraio scorso, l'intervento è stato illustrato alla stampa dal direttore generale dell'Azienda Michele Caporossi. Condotta dal direttore di Chirurgia senologica Gabriele Bianchelli e dalla sua equipe, assieme a quella di Chirurgia plastica e ricostruttiva e Chirurgia ricostruttiva l'operazione è consistita nel fissare al di sopra del muscolo pettorale una protesi ultraleggera rivestita da una membrana biologica (di pericardio bovino) modellata a maglia per sostenerla. "In sostanza - ha spiegato Bianchelli - una sorta di reggiseno interno che dopo pochi mesi viene naturalmente integrato dai tessuti". In passato si doveva procede con due operazioni successive.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere