Motovedetta Cp Ancona a Lampedusa

Equipaggio, esperienza unica nel suo genere

Partita dal porto di Ancona la motovedetta CP285, per prendere parte, per la terza volta nell'arco degli ultimi 4 anni, al dispositivo di sicurezza e salvaguardia della vita umana in mare, della 7/a Squadriglia della Guardia Costiera a Lampedusa. L'unità, al comando del primo maresciallo Massimo Capano, con 9 persone di equipaggio, si unirà ad altre altre, già di base a Lampedusa, alle dirette dipendenze del Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera. Secondo il personale imbarcato, pronto e addestrato per far fronte alle attività di pattugliamento e ricerca in mare, l'esperienza nel Canale di Sicilia è "unica nel suo genere, di forte impatto emotivo". La motovedetta della Capitaneria di porto di Ancona è attrezzata per attività di pattugliamento e ricerca e soccorso d'altura anche in situazioni complesse ed in condizioni meteomarine sfavorevoli, a grande distanza dalla costa. Tornerà ad Ancona ad aprile. "Buon vento" il saluto del Direttore Marittimo Francesco Saverio Ferrara.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere