Sanità, Ceriscioli, a breve nuovo piano sociosanitario

In arrivo anche nuovo dirigente Ars. Governatore resta assessore, Volpini delegato

Arriverà a breve il nuovo piano sociosanitario. Lo ha annunciato il presidente della Regione Marche e assessore alla Sanità Luca Ceriscioli. Il servizio Salute sarà al lavoro su questo fronte "nei primi mesi dell'anno". Il nuovo piano è stato sollecitato da più parti, ma "sinora - ha spiegato Ceriscioli - abbiamo dovuto lavorare per cercare di rendere coerenti tanti vecchi atti rimasti sulla carta. Un esempio di questo è la Suam, di fatto operativa da un anno, che ha già portato risparmi per sei milioni di euro". Novità in arrivo anche per l'Ars, l'Agenzia Regionale Sanitaria, rimasta senza dirigente da tempo. "Sinora se ne è fatta carico Lucia Di Furia, che guida il Servizio Salute". Anche in questo caso ci sarà un nuovo dirigente "a breve" con un proroga per l'accreditamento delle strutture private". Nessun cambiamento invece per l'assessore alla sanità: resta Ceriscioli che però ha nominato Volpini come consigliere delegato", che lo rappresenta in tutti gli incontri e le audizioni, in particolare quelle che serviranno per il nuovo piano sociosanitario, "la parte più dura". In ogni caso, "gli manca solo la firma", cioè la capacità di firmare gli atti.

Oltre 800 assunzioni (231 nel 2016 e 603 nel 2017), 56 nuovi primari, liste d'attesa per la prima visita rispettate al 90%, 25,9 milioni di euro di investimenti, diminuzione della spesa farmaceutica del 2,21% rispetto allo scorso anno, aumento della mobilità attiva, ridefinizione della rete ospedaliera e, in totale, 2,8 miliardi di risorse a disposizione (+3,5%). Sono alcuni dei principali dati sull'attività dell'Azienda Sanitaria Unica Regionale (Asur) presentati dal presidente della Regione Marche e assessore alla Sanità Luca Ceriscioli, dal consigliere regionale delegato Fabrizio Volpini, dal direttore generale dell'Asur Alessandro Marini e dai dirigenti delle Aree vaste. "Sono dati veri, non fake news" ha detto Ceriscioli. Tra gli obiettivi raggiunti pienamente, secondo il governatore, quello delle assunzioni che "permetterà al sistema regionale di arrivare al 2020 rispettando i parametri nazionali e i vincoli stringenti delle normative".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere