Regione, 42 mln per diritto allo studio

Ceriscioli, investiamo su futuro. Erdis al via il primo gennaio

Ammontano a circa 42 milioni di euro nel triennio 2016-2018 i fondi per il diritto allo studio del bilancio regionale delle Marche, ai quali si aggiungono gli 8 milioni di euro stimati del Fondo Integrativo Statale per un investimento totale di 49,9 milioni. E' il corredo complessivo di risorse che insieme alla riforma che ha riunito i quattro Ersu nell'Erdis (Ente regionale unico per il diritto allo studio), ufficialmente operativo il primo gennaio 2018, ha lo scopo di incentivare, migliorare e uniformare i servizi del diritto allo studio per tutti gli studenti marchigiani: alloggi, mense, contributi. "La Regione Marche investe nel diritto allo studio perché è un investimento sul capitale umano, sul futuro - ha detto il presidente Ceriscioli -. E il 2018 sarà il primo anno di Erdis, che consente agli studenti dei quattro atenei marchigiani di accedere alle borse di studio con le stesse modalità".fficace un metodo che dà a tutti gli stessi diritti".
    La riforma è stata preceduta da una graduatoria unica.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere