Svastica sul cartello della scuola 'Anna Frank' di Pesaro

Sindaco su FB: "Ignoranti e delinquenti. Siete contro storia"

''Ritrovarvi oggi in questo luogo a leggere le parole di Anna Frank e' la risposta migliore che potete dare a chi vuole banalizzare il male, a chi vuole fomentare l'odio o anche a chi pensa che si possa giocare con simboli che sono stati in una fase drammatica della nostra
storia sinonimo di orrore, sopraffazione, morte''. Lo afferma la
ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, in un messaggio
inviato agli studenti della scuola di Pesaro Anna Frank
impegnati oggi, su iniziativa del sindaco Matteo Ricci, in una
maratona di lettura del Diario di Anna Frank in sinagoga, dopo
che ignoti, nella notte, hanno disegnato sul cartello della
scuola una svastica con una bomboletta spray color nero.

Il sindaco di Pesaro Matteo Ricci, dopo il caso delle svastiche, lancia una maratona di lettura del Diario di Anna Frank in sinagoga, con gli studenti delle superiori e le istituzioni. L'iniziativa è in programma domani, dalle 9.30 alle 13: "Quattro turni di studenti e cittadini che entreranno nella sinagoga, ascoltando e leggendo brani dal diario. Il volume sarà distribuito a tutti i giovani. Ci saranno anche momenti di riflessione affidati alla musica. La risposta migliore è la memoria". Nel frattempo il profilo di Ricci è stato bloccato per alcune ore da Facebook. "Incredibile! @facebook mi ha bloccato la pagina. Abbiamo denunciato la vergogna delle svastiche alla scuola Anna Frank e vengo bloccato???", scrive su twitter.

"Ignoranti e delinquenti. Siete contro la storia e l'umanità. Faremo denuncia contro ignoti e ripuliremo subito. Non vanno sottovalutati certi comportamenti di pericolosa intolleranza e nuovo estremismo. Continueremo il lavoro sulla memoria nelle scuole affinché i valori di libertà e uguaglianza siano per sempre. #wepesaro". Così il sindaco di Pesaro Matteo Ricci sulla svastica disegnata sul cartello della scuola intitolata ad Anna Frank disegnata nella notte da ignoti con una bomboletta spray color nero.

 


   Gli imbrattamenti hanno interessato anche un cartello di divieto, su cui è stato scritto "vietato introdurre ebrei", un tratto di strada, con la scritta a terra "Make war not love" e una svastica disegnata. Tracciato anche il simbolo delle SS su un avviso pubblico e un'altra svastica su un cartello stradale.
   
Sono state rimosse le scritte antisemite che oggi sono comparse all'esterni della scuola elementare e media Anna Frank in strada della Pozzetta a Santa Maria delle Fabbrecce, un quartiere di Pesaro. Sparite le svastiche, tolto il cartello imbrattato e coperte con vernice nera le scritte sull'asfalto davanti alla scuola inneggianti la guerra. Sull'episodio indagano ora i carabinieri di Pesaro che stanno cercando di recuperare immagini e filmati registrati dalle telecamere di case e negozi vicini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere