Martellate a auto e casa rivale, arresto

Da mesi perseguitava ex compagna con sms e pedinamenti

Infuriato per la nuova relazione della sua ex compagna con un altro uomo, un 34enne pugliese domiciliato ad Ancona ha prima preso a martellate l'auto del rivale, poi ha cercato, sempre a colpi di martello, di sfondare la porta della sua abitazione a Collemarino. Gli agenti delle Volanti intervenuti sul posto, dopo varie segnalazioni al 113 e la richiesta di aiuto della donna, hanno individuato il 34enne che si era nascosto tra alcuni cespugli e recuperato il martello. "Me la devono pagare" le prima parole pronunciate dall'uomo, visibilmente alterato. La sua ex e il suo nuovo compagno hanno raccontato che da un paio di mesi lui inviava alla donna sms a tutte le ore, seguendola nei suoi spostamenti giornalieri. Il 34enne è stato arrestato per atti persecutori, danneggiamento aggravato, tentata violazione di domicilio e porto di armi od oggetti atti ad offendere e trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere