Favola lieto fine per bimbi sordociechi

Con la Lega del filo d'oro 'Adotta un mondo di sì'

Le favole si ascoltano, ma si possono anche 'toccare'. Per un bambino sordocieco le favole 'tattili', che prendono vita attraverso oggetti che le interpretano, rappresentano l'unico modo per uscire dall'isolamento. E' questo uno dei tanti progetti della Lega del Filo d'Oro, che lancia oggi sul web e sui social media il nuovo spot della campagna di raccolta fondi 'Adotta un mondo di sì'. Protagonista è Francesco, un bambino di 8 anni, nato prematuro alla 24/ma settimana di gestazione, che, dopo aver lottato per vivere, oggi è affetto da parziale cecità, sordità e altre gravi disabilità motorie ed intellettive. La vita di Francesco non è una favola, ma con l'aiuto della Lega ha imparato a fare molte cose. In Italia le persone sordocieche sono circa 189.000 e 10.000 i bambini e ragazzi con disabilità sensoriale legate alla vista o all'udito.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere