Sisma, Cciaa Ascoli chiede proroga mutui

Appello al Governo e alla banche, no a prelievo forzoso dal 2018

''Faccio appello al buon senso di chi guida le banche che operano nel nostro territorio perché evitino di appesantire le difficoltà, gravissime, a carico dei cittadini e di decine di piccoli imprenditori che hanno perso la casa o negozi, laboratori e uffici per via del terremoto''. Il presidente della Camera di commercio di Ascoli Piceno Gino Sabatini vorrebbe scongiurare la possibilità che a gennaio 2018 gli istituti di credito tornino a chiedere il pagamento delle rate dei mutui e dei finanziamenti sospesi tecnicamente fino a dicembre prossimo.
    ''Non voglio nemmeno prendere in considerazione - aggiunge - l'ipotesi che le banche chiedano una quota interessi per le rate sospese, perché sarebbe aberrante". "E' auspicabile che da qui alla fine dell'anno - sottolinea - si trovi una soluzione che vada oltre le rigide regole bancarie approvate dal Governo all'indomani del terremoto in Emilia Romagna''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere