Fondazione Carilo, no fusione Ba in Ubi

Azione legale per tutelare crediti. Bcc si rivolge a Agcm

La Fondazione Carilo ha notificato alla Banca Adriatica e a Ubi Banca ''l'atto di citazione mediante il quale la Fondazione si oppone alla fusione per incorporazione della Banca Adriatica spa (già Banca delle Marche e già Nuova Banca delle Marche) in Ubi Banca spa, paventando il rischio che il nuovo soggetto giuridico riveniente dalla fusione non sia in grado di soddisfare le ragioni creditorie della Fondazione medesima''. Lo annuncia in una nota la presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto Fulvia Marchiani.
    La Bcc di Civitanova Marche e Montecosaro intanto ha interpellato l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato affinché valuti se, con il processo di fusione per incorporazione di Banca Adriatica e di Carilo all'interno di Ubi Banca "non si determini un'operazione di rafforzamento di posizione dominante sul mercato". Bcc vuole acquisire gli sportelli Carilo ma Ubi ha respinto l'offerta.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere