Addio Papa Waigo,Ascoli Calcio risarcita

Giocatore senegalese aveva lasciato club per trasferirsi a Dubai

Il Tribunale arbitrale dello sport di Losanna (Tas), il massimo organo della giustizia sportiva internazionale, ha accolto la domanda risarcitoria proposta dall'Ascoli Calcio 1898 Spa nei confronti del calciatore senegalese Papa Waigo (con una lunga militanza in Italia, tra il 2002 e il 2012) e del club di Dubai, Al Wahda. Ne dà notizia la curatela della società fallita nel 2014. Il calciatore e il club degli Emirati sono stati condannati a pagare alla curatela dell'Ascoli calcio 500 mila euro (oltre interessi al 5% annuo, come previsto dalla legge svizzera) per la rottura contrattuale da parte del calciatore che, nell'estate 2012, aveva improvvisamente abbandonato il club bianconero con destinazione Dubai.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere