In Borsa attenti a 'trappole' emotive

Schroders e San Raffaele, test su 2mila consulenti e investitori

(ANSA) - MILANO, 7 APR - L'identikit del 'lupo di Wall Street', tutto sangue freddo e cinismo, non corrisponde a verità e Schroders, con un test di finanza comportamentale realizzato insieme al San Raffaele di Milano, ha smascherato le trappole in cui è più facile cadere, dalla troppa fiducia in se stessi ai rimpianti.
    Un test di finanza comportamentale, realizzato dal gestore finanziario Schroders in collaborazione con Matteo Motterlini, Direttore del Centro di Ricerca in Epistemologia Sperimentale e Applicata - Università Vita-Salute San Raffaele, che ha coinvolto in un anno più di 2.000 tra consulenti e investitori, mette in luce quanto stress, tratti di personalità e meccanismi cognitivi automatici condizionino il processo decisionale, minandone la razionalità.
    La tendenza ad avere eccessiva sicurezza in se stessi (Overconfidence) è la prima trappola; segue quella dell'Effetto disposizione, cioè la tendenza a vendere troppo presto gli investimenti in guadagno e a tenere troppo a lungo quelli in perdita, che generalmente si accentua durante periodi di crisi e di mancanza di fiducia a livello macroeconomico. In terza posizione la tendenza a lasciarsi condizionare per le scelte future dagli eventi negativi del passato (trappola dello Snake Bite Effect), in cui di solito cadono più frequentemente le persone più sensibili e caratterizzate da una maggiore propensione al rimpianto di fronte a una perdita.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa