18 anni fa la corsa di Mazzone,'lo rincorrevo ma ridevo'

Torna Brescia-Atalanta,team manager ricorda tecnico sotto curva

(ANSA) - BRESCIA, 28 NOV - "Provavo a placcarlo, ma mi scappava da ridere". Torna il derby Brescia-Atalanta, e sul web si impennano ancor di più i clic su una scena da cineteca del calcio italiano: l'inarrestabile corsa di Carlo Mazzone, tecnico del Brescia, sotto la curva dell'Atalanta, al suono di irripetibili parolacce dopo il 3-3 segnato da Baggio allo scadere. "Se famo 3-3, vengo sotto la curva", aveva giurato il tecnico romano in panchina quel 30 settembre 2001, dopo che i tifosi bergamaschi avevano sfruttato il largo vantaggio (3-1) per intonare cori di offesa a Mazzone e alla madre. Poi, l'incredibile rimonta e la corsa furiosa a pugno chiuso, urlando di tutto mentre il suo vice Leonardo Menichini e soprattutto Cesare Zanibelli, dirigente accompagnatore, provavano senza successo a frenarlo. "Non avrei mai pensato che quel momento sarebbe entrato nella storia del calcio - racconta Zanibelli oggi - dopo il secondo gol, il mister aveva cominciato a promettere che in caso di pari avrebbe fatto quello che poi ha fatto e allora - dice - mi ero messo sul chi va la' perche' Mazzone era uomo di parole in tutto. Ho provato a fermarlo, ma poi ho subito desistito perche' tanta era la rabbia che lo animava che avrebbe finito per travolgermi e calpestarmi".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano
        Aeroporto Malpensa