False fatture in sponsorizzazioni rally

Società 'cartiere' per fatture inesistenti, frode da 12 milioni

(ANSA) - MILANO, 11 NOV - Una frode fiscale di oltre 12 milioni di euro realizzata attraverso l'emissione di fatture inesistenti da parte di 15 società, e che ha coinvolto il mondo delle sponsorizzazioni sportive nel campo dei rally, è stata scoperta dai finanzieri della Compagnia di Erba (Como) a conclusione di due verifiche fiscali nei confronti di altrettante società con sede nell'Erbese.
    Il meccanismo coinvolgerebbe le scuderie automobilistiche, gli sponsor e le società di promozione pubblicitaria e di organizzazione di manifestazioni sportive. "In particolare, le scuderie di rally, per abbattere il proprio reddito e l'Iva a debito derivanti dalla cessione di spazi pubblicitari e dal noleggio di autovetture - spiega una nota della Gdf - utilizzavano fatture per operazioni inesistenti emesse da società cartiere create per facilitare l'evasione fiscale". Le indagini hanno portato alla denuncia di 19 persone residenti in provincia di Como, Milano, Brescia, Lecco, Novara, Reggio Emilia e Roma, sedi anche delle "cartiere".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa