Cina: Wong in Italia? Non sia sponda

Attivista Hong Kong invitato da fondazione Feltrinelli fine mese

(ANSA) - PECHINO, 11 NOV - "Ci opponiamo al tentativo di fornire piattaforme o di creare le condizioni per le attività indipendentiste di Hong Kong. Questa persona invitata da parte italiana è un attivista per l'indipendenza di Hong Kong. Noi ci opponiamo al tentativo di fornire alcuna piattaforma per le attività indipendentiste di Hong Kong". Così il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Geng Shuang, in merito all'invito per fine novembre a Milano della Fondazione Feltrinelli a Joshua Wong, tra i più attivisti pro-democrazia dell'ex colonia.   

"A noi interessa il dialogo. Noi non stiamo legittimando una parte politica né una modalità di fare politica. Vogliamo ascoltare e auspichiamo di poter sentire dalla viva voce di Joshua Wong la sua esperienza, le sue urgenze e la sua dinamica di prospettiva di coesistenza con il governo di Pechino". Così Massimiliano Tarantino, direttore della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, replica al ministero degli Esteri cinese che ha criticato la scelta di ospitare l'attivista di Hong Kong.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano
        Aeroporto Malpensa