Rifiuti: rogo a Milano, 4 condanne

Imputati per traffico illecito. Capannone prese fuoco nel 2018

(ANSA) - MILANO, 10 OTT - Quattro persone sono state condannate a pene fino a 6 anni e 6 mesi di carcere per un traffico illecito di rifiuti stoccati e poi andati a fuoco, il 14 ottobre 2018, nel deposito di via Chiasserini, a Milano, con un maxi rogo che durò giorni, con odori acri che arrivarono fino in centro città. Lo hanno deciso i giudici dell'ottava penale del Tribunale, a seguito dell'inchiesta del pm Donata Costa. La pena più alta è stata inflitta ad Aldo Bosina, amministratore di fatto della Ipb Italia, società che gestiva il capannone. Aldo Bosina e gli altri imputati condannati nel processo milanese dovranno anche risarcire il Comune di Milano e la Città Metropolitana. Lo hanno deciso i giudici che hanno condannato gli imputati a versare provvisionali immediatamente esecutive per oltre 1,5 milioni alla Città Metropolitana e di oltre 400 mila euro al Comune, parte civile col legale Marco Dal Toso. Stabilite confische anche per oltre 1 milione.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa