Aci, scooteristi senza abiti protettivi

G. La Russa, bene mobilità condivisa, prioritaria sicurezza

(ANSA) - MILANO, 19 SET - Da un'indagine che ha interessato più di 1.500 utilizzatori del servizio di Scooter Sharing a Milano è emerso che il 23% degli intervistati non possiede né auto, né moto e il 78,5% si muove solo all'interno della città.
    Ancora pochi sono i motociclisti con abbigliamento protettivo.
    E' quanto è emerso, fra l'altro, da un'indagine presentata durante l'illustrazione di 'Safety2Share' progetto realizzato dall'Automobile Club d'Italia, con la collaborazione di Aci Milano, del Comune e dell'Amat, l'Agenzia mobilità ambiente e territorio. "Abbiamo sempre guardato con favore la mobilità condivisa per gli effetti positivi sul traffico. Non a caso a Milano siamo stati tra i primi a promuovere una società di Car Sharing.
    Prioritari rimangono sempre i criteri di sicurezza il cui rispetto deve essere rigorosamente perseguito da parte di tutti, gestori e utilizzatori del servizio", ha sottolineato il presidente di Aci Milano Geronimo La Russa.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano
        Aeroporto Malpensa