In tanti all'addio a Nadia Toffa

Sulla bara cravatta delle Iene,'amata per sua fame di giustizia'

(ANSA) - MILANO, 16 AGO - In tanti, nonostante il periodo di vacanze, hanno voluto essere presenti al funerale di Nadia Toffa, la conduttrice delle Iene morta di tumore il 13 agosto, che si celebra nella cattedrale di Brescia, città dove era nata 40 anni fa. Ci sono gli amici del minibar di Tamburi, quartiere di Taranto in cui c'è l'Ilva con la maglietta con la scritta Ie jesche pacce pe te!, in tarantino 'Io esco pazzo per te', che è il fulcro di un progetto benefico realizzato grazie a lei. E c'è l'ideatore delle Iene, Davide Parenti, che ha deposto sulla bara la cravatta nera, simbolo del programma tv. "Nadia - ha spiegato durante la messa don Maurizio Patriciello, il parroco 'antiroghi' di Caivano (Napoli) - ha messo l'Italia sottosopra è stata amata da Nord a Sud, dalla Terra dei fuochi a Brescia. E' entrata nel cuore di tutti perché è stata autentica, cocciuta perseverante, tosta. Ha avuto fame e sete di giustizia".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa