Assomusica, disagi per ticket nominali

Presidente Spera, non si risolvono problemi secondary ticketing

(ANSA) - MILANO, 1 LUG - Assomusica continua la sua battaglia contro i biglietti nominativi per i concerti dal vivo e denuncia "i tanti problemi" che determinano nel giorno, oggi, in cui entra in vigore la norma. Non servono a ridurre il bagarinaggio, creano code enormi e lungaggini per gli appassionati di musica, fanno aumentano i costi dei ticket e quelli degli organizzatori, la sintesi dell'associazione alla quale aderiscono oltre 120 imprese che realizzano l'80% dei concerti in Italia.
    "Siamo contrari a ogni forma di bagarinaggio, ma i consumatori devono sapere che con i costi dei biglietti aumenteranno, cambiare il nome dell'utilizzatore non sarà una procedura veloce e si creeranno più code agli ingressi per i controlli", sottolinea il presidente Spera che osserva "nel calcio non sono serviti a ridurre il fenomeno". Spera chiede "o di chiudere i siti di secondary ticketing o di renderli legali come in Germania dove è previsto un ricarico massimo del 20% ma si potrebbe scendere al 15 o al 10".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa