Nanotecnologie curano violino Stradivari

Direttore d'orchestra incarica società milanese

(ANSA) - MILANO, 7 GIU - Un violino realizzato da Omobono Stradivari, figlio di Antonio, sarà trattato con le nanotecnologie per preservarlo nel tempo. L'idea è del direttore d'orchestra Mauro Ivano Benaglia che durante i suoi concerti utilizza gli strumenti del liutaio cremonese. La ricerca è stata avviata nei laboratori di un'azienda milanese, la "4ward360" che rende nota la notizia.
    "Stiamo studiando e valutando, in accordo con il proprietario, la possibilità di effettuare degli interventi con le nanotecnologie su un violino Stradivari, che abbiamo in concessione esclusiva per i nostri concerti in tutto il mondo", spiega Mauro Ivano Benaglia, fondatore e presidente dell'Accademia Concertante d'Archi di Milano. Per la conservazione del violino ha contattato Sabrina Zuccalà, ad della 4ward360, azienda che ha restaurato e preservato diversi siti di importanza internazionale, e che si occuperà dello studio per la conservazione dell'Omobono Stradivari.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa