Imane Fadil: primi prelievi per verificare la radioattività

Accertamenti pure su avvelenamento metalli o malattia autoimmune

I primi prelievi di tessuto degli organi di Imane Fadil, una delle testi chiave del caso Ruby morta in circostanze misteriose lo scorso primo marzo, serviranno a verificare l'eventuale presenza di radioattività e la risposta su questo punto potrebbe arrivare già nelle prossime ore, anche se gli esami saranno complessi e richiederanno più livelli di valutazione.

 

"Dal punto di vista tecnico-processuale la morte" di Imane Fadil "nuoce alla difesa di Berlusconi perché le sue dichiarazioni entrano nel processo direttamente e così noi non possiamo procedere con il controesame". Lo ha detto il legale di Berlusconi, Federico Cecconi, al termine dell'udienza di un filone del caso Ruby ter. "Quando muore una persona - ha aggiunto - la massima forma di dolore non è un'espressione retorica". Sulla misteriosa morte "non voglio esprimere opinioni", ha concluso. 

Ruby, difesa Cav: Morte Fadil nuoce a noi nel processo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa