Ex suora condannata per abusi in appello

Era accusata di violenza sessuale, la vittima morì suicida

(ANSA) - MILANO, 19 MAR - La Corte d'Appello di Milano ha confermato i tre anni e mezzo di carcere inflitti in primo grado a Maria Angela Farè, la ex suora accusata di violenza sessuale, violenza privata e stalking ai danni di Eva Sacconago, morta suicida a 26 anni. I giudici, ritoccando la sentenza del Tribunale di Busto Arsizio (Varese), hanno però stabilito un risarcimento da parte della congregazione di cui faceva parte l'imputata, e cioè le Figlie di Maria Ausiliatrice, di 50 mila euro nei confronti dei genitori della ragazza che si tolse la vita nel giugno del 2011, dopo essere stata vittima di un abuso sessuale da parte della suora con cui aveva avuto una relazione sentimentale.
    Il pg Maria Vittoria Mazza aveva chiesto sette anni di reclusione proponendo la continuazione tra l'episodio di violenza sessuale di otto anni fa e altri contestati dall'accusa ma non riconosciuti in secondo grado e che sarebbero cominciati nel 2006.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano
        Aeroporto Malpensa