Fadil,procuratore:certezze dopo autopsia

Dagli esami emersi livelli superiori per cadmio e antimonio

(ANSA) - MILANO, 18 MAR - "Dagli esami sui liquidi biologici effettuati sono stati trovati livelli superiori rispetto alla norma di antimonio e cadmio". Lo ha spiegato in conferenza stampa il procuratore di Milano Francesco Greco. Prima di pronunciarsi definitivamente sulla vicenda, ha aggiunto il Procuratore, "attendiamo l'esito degli esami autoptici".
   

"Dal punto di vista tecnico-processuale la morte" di Imane Fadil "nuoce alla difesa di Berlusconi perché le sue dichiarazioni entrano nel processo direttamente e così noi non possiamo procedere con il controesame". Lo ha detto il legale di Berlusconi, Federico Cecconi, al termine dell'udienza di un filone del caso Ruby ter.

Le ipotesi che la morte di Imane Fadil, una delle testimoni chiave del processo Ruby, sia dovuta a una malattia rara o ad avvelenamento sono sullo stesso piano e "hanno pari dignità". E' quanto hanno spiegato il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e il pm Luca Gaglio che coordinano le indagini sul caso della modella marocchina, aggiungendo che ancora non si sa la data dell'autopsia, che sarà decisiva, prevista per i prossimi giorni, che inizierà con alcuni prelievi di organi per accertare l'eventuale presenza di radioattività.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa