Bimba con 2 padri, tribunale impone atti

Tribunale, rettificare atto di nascita 'a sua tutela'

(ANSA) - MILANO, 26 OTT - Riconoscere "alla minore" due "genitori dello stesso stesso" non viola "alcun principio fondamentale", anzi è "superiore interesse della minore" garantirle i "diritti alla bigenitorialità". Lo scrive il Tribunale civile di Milano nel decreto con cui ha ordinato all'Ufficiale di Stato civile del Comune di Milano di rettificare l'atto di nascita di una bambina, nata negli Stati Uniti con la fecondazione assistita e la maternità surrogata, e di indicare entrambi i padri, due uomini italiani, come genitori, e non solo quello biologico.
    L'ottava sezione civile, presieduta da Giovanni Battista Rollero, sulla scia di altre decisioni simili di altri Tribunali italiani degli ultimi mesi, ha accolto il ricorso degli avvocati dell'Associazione Avvocatura per i diritti Lgbt. Il Comune di Milano, invece, spiega l'associazione, "aveva rifiutato di rettificare l'atto di nascita italiano e di aggiungere il secondo genitore".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa