Simboli fascisti,perquisita associazione

Operava nel Bresciano, sospettata di usurpare 'funzioni polizia'

(ANSA) - MILANO, 24 OTT - Perquisizioni e sequestri sono stati effettuati, dalla Polizia di Stato, a Brescia, a carico di un'associazione di cittadini sospettata di "usurpare funzioni di polizia". Ne ha dato notizia la Questura i cui membri operavano con simboli fascisti e manganelli.
    L'indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha coinvolto l'associazione 'Brixia Blue Boys', operante nel Bresciano. Le ipotesi di reato contestate ai membri sono quelle di "usurpazione di funzioni pubbliche e porto illecito di armi e strumenti atti ad offendere".
    Dagli accertamenti è infatti emerso che, oltre a non essere iscritta nel registro prefettizio delle associazioni benefiche, Brixia Blue Boys metteva in atto una concreta attività di "prevenzione e contrasto della criminalità" tramite ronde "eseguite secondo schemi operativi ben definiti, da soggetti indossanti vere e proprie uniformi, mai omologate, organizzati gerarchicamente ed orientati politicamente verso ideologie di estrema destra.

Sono sette gli indagati dalla Procura di Brescia nell'ambito dell'inchiesta sull'attività della Brixia Blue Boys, associazione bresciana che organizzava, secondo l'accusa, ronde in strada in uniforme. Le ipotesi di reato contestate ai componenti dell'associazione sono quelle di usurpazione di funzioni pubbliche e porto illecito di armi e strumenti atti ad offendere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Imprese & Mercati

null

Più valore agli edifici: alla Duesse Coperture un convegno sulla riqualificazione condominiale

Il 23 novembre, alle 15.30, presso la sede dell'azienda di Ponte Nossa, in provincia di Bergamo: dalla nuova Direttiva europea del 2018 alla riqualificazione integrata degli edifici con cessione del credito


Dott. Edoardo Franzini

Al Centro di Radiologia e Fisioterapia di Bergamo l’implantologia è guidata al computer

Addio al bisturi e niente tagli: Edoardo Franzini, chirurgo del Polo odontoiatrico: «un protocollo sicuro e complementare alla chirurgia a mano libera tradizionale che consente una condivisione anticipata dei risultati».


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa