Fondi Lombardia, sentenza rinviata

Verdetto a gennaio. Giudici interessati prima pronuncia peculato

(ANSA) - MILANO, 19 OTT - I giudici della decima sezione penale di Milano hanno scelto di rinviare al prossimo 18 gennaio la sentenza, prevista per oggi, per attendere le motivazioni della Cassazione che si è espressa, per la prima volta a luglio scorso, su un caso della presunta 'rimborsopoli' al Pirellone, nel processo iniziato oltre tre anni fa, il primo luglio 2015, a carico di 57 ex consiglieri della Regione Lombardia. Al centro ci sono le presunte spese 'allegre' con i fondi pubblici dei rimborsi percepiti e per l'accusa di peculato e per alcuni anche di truffa. In particolare, il Tribunale vuole aspettare il deposito delle motivazioni della Cassazione che ha riconosciuto l'accusa di peculato a carico dell'ex consigliere lombardo del Pd Carlo Spreafico, che aveva scelto il rito abbreviato e per il quale deve essere fissato un processo d'appello 'bis'. Nel processo ordinario sono imputati, tra gli altri, anche l'ex consigliere e ora capogruppo della Lega al Senato Massimiliano Romeo, Renzo Bossi e Nicole Minetti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa