Strage di Erba: Azouz Marzouk, Rosa e Olindo non sono colpevoli

Intervistato a Tunisi da 'Tutta la verità', in onda sul Nove


"Rosa e Olindo non possono aver commesso quello per una serie di cose: sia per loro statura fisica sia per tutto quello che ho letto io": lo dice Azouz Marzouk, marito di Raffaella Castagna e padre di Youssef Marzouk, uccisi insieme alla madre di lei, Paola Galli, e alla vicina di casa Valeria Cherubini, raggiunto a Tunisi dalla produzione di 'Tutta la verità', in onda sul Nove da martedì 10 aprile in prima tv alle 21.25. Indicato inizialmente come colpevole, Marzouk ha sempre espresso pesanti dubbi riguardo la colpevolezza di Rosa e Olindo.

"Hanno confessato - dice nell'intervista - perché non avevano nessuno, vivevano uno per l'altra, punto e basta". La trasmissione ripercorrere le varie fasi della vicenda e le analizza, con il contributo di alcune testimonianze inedite dei conoscenti della coppia, del racconto del maresciallo Comandante della Stazione dei Carabinieri di Erba incaricato delle indagini e delle immagini originali relative al caso: l'appartamento che va a fuoco; la macabra scoperta dei cadaveri e del vicino di casa Mario Frigerio, marito della Cherubini, gravemente ferito alla gola; l'iniziale caccia all'uomo contro Azouz immediatamente additato dai media come il colpevole, poi scagionato; i suoi precedenti screzi in carcere con alcuni esponenti della malavita locale e i suoi turbolenti trascorsi negli ambienti dello spaccio, fino ad arrivare alla nascita dei sospetti su Rosa e Olindo, le loro conversazioni private intercettate e registrate dalle cimici dei Carabinieri; gli audio delle prime stentate dichiarazioni di Frigerio in ospedale.

Si ricostruiscono le analisi scientifiche sull'auto di Rosa e Olindo, il loro arresto, i pressanti interrogatori in carcere, le incongruenze nelle confessioni poi ritrattate, il processo e la condanna. Un lavoro di ricerca e documentazione imponente per raccontare tutta la verità su questo caso, per il quale è in corso una richiesta di nuovo incidente probatorio che potrebbe portare alla riapertura del processo. 'Tutta la verità' è una serie originale, scritta da Cristiano Barbarossa e Fulvio Benelli e prodotta da Verve Media Company per Discovery Italia, che ricostruisce alcuni dei più controversi fatti di cronaca che hanno scosso e diviso l'opinione pubblica in innocentisti e colpevolisti. Dopo la strage di Erba del 2006, per la quale sono stati riconosciuti colpevoli e condannati in via definitiva i coniugi Rosa Bazzi e Olindo Romano, 'Tutta la verità' si occuperà del delitto di Avetrana, cercando di ripercorrerne le zone d'ombra.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Imprese & Mercati

null

Più valore agli edifici: alla Duesse Coperture un convegno sulla riqualificazione condominiale

Il 23 novembre, alle 15.30, presso la sede dell'azienda di Ponte Nossa, in provincia di Bergamo: dalla nuova Direttiva europea del 2018 alla riqualificazione integrata degli edifici con cessione del credito


Dott. Edoardo Franzini

Al Centro di Radiologia e Fisioterapia di Bergamo l’implantologia è guidata al computer

Addio al bisturi e niente tagli: Edoardo Franzini, chirurgo del Polo odontoiatrico: «un protocollo sicuro e complementare alla chirurgia a mano libera tradizionale che consente una condivisione anticipata dei risultati».


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa