Bolle a Scala, mio Bolero rito sensuale

Etoile debutta sabato 10 marzo nella coreografia di Bejart

(ANSA) - MILANO, 7 MAR - "Sono felice di salire su quel tavolo, è una sensazione molto diversa che ballare sul palcoscenico, perché mette in una prospettiva diversa sia rispetto agli altri ballerini che al pubblico". Così Roberto Bolle presentando alla Scala lo spettacolo che porta in scena sabato 10 marzo, il 'Bolero' nella coreografia di Bejart. Una serata che comprende anche 'Mahler 10' e 'Petit mort' di Mozart.
    "Un trittico che è una grande soddisfazione mettere in scena", dice il direttore del corpo di ballo Frederic Olivieri.
    Bolle interpreterà il ruolo per 5 sere. Le repliche successive saranno affidate a Martina Arduino (per 2 repliche), a Virna Toppi per altre due e a Gioacchino Starace per una sera.
    "È un ruolo adatto sia ad un'interpretazione maschile che femminile, è senza sesso - dice Bolle - forse in quella maschile c'è più forza fisica, è comunque una parte unica, diversa da tutte le altre, erotica, iconica, un rito sensuale che richiede fiato e concentrazione e tanta attenzione per non esagerare".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa