In congedo per figlio malato, licenziata

Scadeva a marzo 2018,a maggio la lettera, 13/12 davanti giudice

(ANSA) - MANTOVA, 03 DIC - Il suo congedo per assistere il figlio malato poteva durare fino a marzo 2018, ma nel maggio scorso le è arrivata la lettera di licenziamento e ora il 13 dicembre comparirà davanti al giudice del lavoro per il reintegro, assistita dai legali della Uil. La vicenda è riportata oggi dalla Gazzetta di Mantova.
    La donna, Veronica Piras, 33 anni di Castiglione mantovano, lavorava per una azienda di Milano e si occupava di rilevamento prezzi per indagini di mercato. Nel 2013 è nato Nikolas, affetto da atrofia muscolare spinale, che necessita di continua assistenza. Dopo aver usufruito di tutti i permessi maternità, la donna ha chiesto e ottenuto e la possibilità' di assisterlo per altri tre anni al 30 per cento dello stipendio. Calendario alla mano sarebbe stata garantita fino al marzo 2018 ma lo scorso maggio le è arrivata la lettera di licenziamento. Anche il padre, Vicktor Kuqi, 36 anni, è disoccupato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Anna Altomare - Blue Eye

Alla clinica Blue Eye la chirurgia oculistica in 3D

A spiegarci i vantaggi di questa tecnologia che rivoluziona gli interventi sulla retina e sulla cataratta è Anna Altomare del Centro di microchirurgia e diagnostica oculare di Vimercate



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa