Morti in corsia: anestetici come causa

Cazzaniga avrebbe usato morfina e altri farmaci sui pazienti

(ANSA)- BUSTO ARSIZIO, 10 NOV - Leonardo Cazzaniga, l'ex viceprimario del pronto soccorso di Saronno (Varese) in carcere dallo scorso novembre per quattro morti sospette in corsia, avrebbe somministrato ad almeno altri cinque pazienti un cocktail letale di farmaci "approfittando di circostanze di tempo, di luogo e di persona tali da ostacolare la privata difesa, abusando dei poteri inerenti ad un pubblico servizio".
    E' quanto emerge dalle carte della Procura di Busto Arsizio, che nei giorni scorsi ha formalizzato la chiusura indagini della seconda trance dell'inchiesta nei confronti di Cazzaniga.
    Stando alle nuove indagini a firma del Pm Maria Cristina Ria e del Procuratore Gianluigi Fontana, Cazzaniga tra il 2011 e il 2013 avrebbe causato "volontariamente la morte" di altri cinque pazienti, "col mezzo di sostanze venefiche". L'inchiesta cita midazolam, ipnovel, morfina e profol.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Imprese & Mercati

null

Più valore agli edifici: alla Duesse Coperture un convegno sulla riqualificazione condominiale

Il 23 novembre, alle 15.30, presso la sede dell'azienda di Ponte Nossa, in provincia di Bergamo: dalla nuova Direttiva europea del 2018 alla riqualificazione integrata degli edifici con cessione del credito


Dott. Edoardo Franzini

Al Centro di Radiologia e Fisioterapia di Bergamo l’implantologia è guidata al computer

Addio al bisturi e niente tagli: Edoardo Franzini, chirurgo del Polo odontoiatrico: «un protocollo sicuro e complementare alla chirurgia a mano libera tradizionale che consente una condivisione anticipata dei risultati».


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa