Morti in corsia: anestetici come causa

Cazzaniga avrebbe usato morfina e altri farmaci sui pazienti

(ANSA)- BUSTO ARSIZIO, 10 NOV - Leonardo Cazzaniga, l'ex viceprimario del pronto soccorso di Saronno (Varese) in carcere dallo scorso novembre per quattro morti sospette in corsia, avrebbe somministrato ad almeno altri cinque pazienti un cocktail letale di farmaci "approfittando di circostanze di tempo, di luogo e di persona tali da ostacolare la privata difesa, abusando dei poteri inerenti ad un pubblico servizio".
    E' quanto emerge dalle carte della Procura di Busto Arsizio, che nei giorni scorsi ha formalizzato la chiusura indagini della seconda trance dell'inchiesta nei confronti di Cazzaniga.
    Stando alle nuove indagini a firma del Pm Maria Cristina Ria e del Procuratore Gianluigi Fontana, Cazzaniga tra il 2011 e il 2013 avrebbe causato "volontariamente la morte" di altri cinque pazienti, "col mezzo di sostanze venefiche". L'inchiesta cita midazolam, ipnovel, morfina e profol.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Mauro D'Adda - Impresa funebre D'Adda

Musica per il funerale: collaborazione tra l’Impresa Funebre D’Adda e il maestro Paolo Oreni

L’impresa di Treviglio guidata da Mauro D’Adda può contare sul talento dell’organista di fama internazionale per valorizzare l’accompagnamento della cerimonia religiosa


Dott. Mario Mariotti - Studio Mariotti

Allo Studio Mariotti la cellulite si cura con la carbossiterapia

Mario Mariotti, direttore scientifico dello studio di Cremona, è stato tra i primi a utilizzare questa tecnica non invasiva che utilizza l'anidride carbonica per combattere gli inestetismi cutanei


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa