Avvelenati da tallio: terza vittima

Morta in ospedale Maria Gioia Pittana

(ANSA) - MILANO, 13 OTT - E' morta nella notte fra il 12 e il 13 ottobre anche Maria Gioia Pittana, terza componente della famiglia Del Zotto colpita da intossicazione da tallio. La donna, 87 anni, era la moglie di Giovanni Battista e madre di Patrizia, morti a poche ore di distanza l'uno dall'altra in ospedale a Desio (Monza) il 2 ottobre scorso. E' quanto comunica la Direzione Generale dell'Asst di Monza.

Maria Gioia Pittana, 87 anni, era ricoverata all'ospedale di Desio dal 29 settembre e le sue condizioni erano apparse subito molto critiche. In questi giorni la situazione clinica non è mai migliorata anche a causa, a quanto si apprende, di patologie pregresse legate all'età. Nello stesso ospedale sono ancora ricoverati il marito della donna morta per prima, Patrizia del Zotto, 62 anni, figlia di Maria Gioia Pittana, la figlia minore di quest'ultima, 58 anni e la badante.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Anna Altomare - Blue Eye

Alla clinica Blue Eye la chirurgia oculistica in 3D

A spiegarci i vantaggi di questa tecnologia che rivoluziona gli interventi sulla retina e sulla cataratta è Anna Altomare del Centro di microchirurgia e diagnostica oculare di Vimercate



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa