Piazza Loggia, Tremonte preso a Fatima

Sindaco Brescia, sentenza è vittoria per l'intera città

(ANSA) - BRESCIA, 21 GIU - Maurizio Tramonte, condannato all'ergastolo per la strage di Piazza Loggia è stato fermato e arrestato a Fatima. L'arresto è stato compiuto dagli uomini dell'Interpol. Da giorni aveva fatto perdere le tracce.

Il provvedimento di esecuzione della pena all'ergastolo per il veneziano Carlo Maria Maggi, ritenuto responsabile dalla Cassazione, con Maurizio Tramonte, della strage di Piazza della Loggia, è stata sospesa e commutata negli arresti domiciliari. Il Tribunale di Sorveglianza ha verificato l'inapplicabilità della pena, per le gravi condizioni di salute di Maggi, 80enne, e la Procura generale di Milano l'ha sospesa e commutata in detenzione domiciliare. Il provvedimento era stato notificato stamane dai Carabinieri di Venezia e del Ros.

La sentenza della Cassazione per il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, "è una vittoria di una città che testardamente ha voluto la verità processuale che non era scontato arrivasse". "La sentenza disvela in maniera chiara la matrice politica di quella strage e mette un punto fermo sulla verità storica che era ampiamente acquisita ma che oggi si consolida" ha aggiunto il primo cittadino di Brescia. "Devo dire - ha spiegato Del Bono - grazie alla magistratura che ha svolto una funzione inquirente e giudicante dimostrando grande coraggio. Seppur tardivamente le istituzioni hanno vinto la partita".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa