Migranti, a Milano puliscono i parchi

Al via attività volontarie del Comune.Regione,centri al collasso

(ANSA) - MILANO, 16 OTT - Sono iniziate con la partecipazione di un centinaio di richiedenti, le attività volontarie proposte ai migranti ospiti delle strutture di accoglienza del Comune di Milano. I volontari sono stati impiegati per la raccolta di foglie (ne sono state raccolte in poco più di due ore 70 quintali nel parco Sempione) e per il trasloco dei mobili nei nuovi locali di un centro anziani.

  "I richiedenti asilo iniziano le attività di volontariato - ha spiegato l'assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino - prendendosi cura della città che da mesi li accoglie e dove hanno iniziato a ricostruire il proprio futuro". Intanto si registra nuovamente il sovraffollamento dei centri di accoglienza. Ieri, come aveva riferito l'assessore regionale al welfare Giulio Gallera, c'è stato un sopralluogo nell'hub di via Sammartini, vicino alla stazione, dell'Ast (ex Asl). La struttura potrebbe ospitare 150 persone e ce ne sono 700, una situazione che 'rende ingestibile alche il controllo delle malattie infettive'.

 I posti messi a disposizione all'hub di via Sammartini per il ricovero notturno di emergenza dei migranti, giunti in Stazione Centrale, "sono 500 circa e non 200. Sono infatti utilizzati da settimane cinque luoghi, tutti gestiti da Fondazione Progetto Arca, ovvero i locali ai civici 106, 108, 110, 118, il primo dei ricoveri, e il 120, la parte giorno per le registrazioni allestita con le brandine per la notte". Lo precisa l'assessorato alle Politiche sociali del Comune di Milano in una nota. "La scorsa notte hanno dormito utilizzando questa sistemazione 498 persone - conclude il Comune - mentre gli altri migranti dei 730 presenti sono stati divisi e trasferiti nelle altre strutture"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Imprese & Mercati

Dott.ssa Concetta Borgh

La blefaroplastica riguarda anche la vista non solo l'estetica

Un intervento per sembrare più giovani ma che talvolta si rivela necessario per chi ha problemi palpebrali: ne parliamo con la dott.ssa Concetta Borgh, chirurgo plastico ed estetico che opera presso il Centro Medico M.R. di Bergamo


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa