Varese: uccide la moglie a martellate, poi confessa

L'uomo ha confessato ai carabinieri

Una donna di 54 anni è stata uccisa la notte scorsa a martellate dal marito nella loro casa a Laveno Mombello, nel Varesotto. L'uomo ha confessato ai carabinieri. Roberto Scapolo, agente di commercio nel settore ottico, 45 anni, ha ucciso la moglie Loretta Gisotti che è morta dopo aver ricevuto tre martellate alla testa. Scapolo l'avrebbe finita strozzandola. Cinquantaquattro anni, makeup artist diplomata, quando i soccorsi sono arrivati sul posto, Loretta Gisotti era già morta. A chiamarli, dopo che suo marito si era costituito in caserma, sono stati i carabinieri.

Loretta Gisotti, 54 anni, è stata colpita a martellate e poi strozzata dal marito di 45 anni che si è costituito nella caserma dei carabinieri di Luino (Varese) che si stanno occupando delle indagini con la squadra Rilievi del Nucleo investigativo della città lombarda. L'uomo, del quale non sono ancora state fornite le generalità, al culmine di una lite ha colpito la donna alla testa con un martello almeno tre volte, poi l'ha strozzata. Nel passato della coppia non vi sarebbero episodi di liti violente. Il quarantacinquenne si trova ora in caserma, dove è presente anche il pm di Varese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Imprese & Mercati

Dott.ssa Concetta Borgh

La blefaroplastica riguarda anche la vista non solo l'estetica

Un intervento per sembrare più giovani ma che talvolta si rivela necessario per chi ha problemi palpebrali: ne parliamo con la dott.ssa Concetta Borgh, chirurgo plastico ed estetico che opera presso il Centro Medico M.R. di Bergamo


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa