• Passerella Christo, l'artista: "Mai più Floating Piers nel mondo dopo il 3 luglio"

Passerella Christo, l'artista: "Mai più Floating Piers nel mondo dopo il 3 luglio"

"Chi ha fretta non venga, l'attesa fa parte dell'esperienza"

"Solo una volta nella vita camminerete sulle acque per 16 giorni e non ci sarà mai più un altro Floating Piers nel mondo dopo il 3 luglio". Lo ha annunciato l'artista bulgaro Christo che ha commentato i primi giorni della passerella sulle acque del lago di Iseo. "Sono felice che tanta gente sia venuta nel weekend, davvero lusingato" detto l'artista bulgaro."Sono felice che ci sia stato tempo variabile così si è avuta la possibilità di apprezzare tutti i colori del progetto con cielo grigio e pioggia. Anche perché - ha aggiunto l'artista- ora si prevedono tanti giorni di sole". Per Christo "questo progetto fisico non è un museo, ma un progetto reale, riguarda le cose vere, sole, pioggia, vento, non le cose virtuali". L'artista si è presentato con qualche segno sul viso. "Mettetevi la crema solare, il telo riflette molto il mio naso scottato - ha raccomandato - lo so sulla mia pelle". L'artista ha voluto dare anche un altro consiglio ai turisti. "Dovete avere pazienza, se avete fretta non venite a visitarlo, anche l'attesa è parte dell'esperienza - ha detto -. L' opera d'arte richiede coinvolgimento con lo spazio. Tutto, dalla gioia di togliere le scarpe e camminare piedi nudi fa parte del coinvolgimento". 

Dal suo letto dell'ospedale Vittorio Sgarbi non ha mancato di attaccare l'artista Christo e la sua passerella, aperta da ieri proprio sul lago d'Iseo, non lontano da dove ieri sera ha accusato il malore che stamani lo ha portato al ricovero. "'The Floating Piers' di Christo è una passerella verso il nulla", ha scritto su Facebook.

Il sovraffollamento ha creato non pochi problemi, con il servizio navette in tilt in mattinata e i treni bloccati dalla prefettura di Brescia per due ore a causa delle eccessive presenze. La fermata Sulzano è stata ripristinata intorno alle 14. Ma poco dopo un nuovo allerta maltempo - già scattato ieri sera - ha costretto gli organizzatori a far evacuare il pubblico. Lo stop è durato per circa due ore, poi di nuovo tutto riaperto, per la gioia anche della coppia di sposi che ha deciso di attraversare il lungo ponte fluttuante con il corteo nuziale: marito e moglie (il sì è stato pronunciato a Monte Isola) e invitati sono arrivati a bordo di un convoglio speciale messo a disposizione da Trenord.

Complessivamente, fa sapere in serata la cabina di regia, gli afflussi sono stati "simili a quelli del primo giorno", con "numeri in linea con le previsioni per il primo fine settimana". Come ieri, anche oggi circa 25 mila persone sono arrivate con i treni di Trenord, ma molti altri hanno scelto l'auto parcheggiando a chilometri di distanza. "Purtroppo non tutti i turisti che desiderano raggiungere The Floating Piers riusciranno a raggiungerlo in quanto la capienza massima dell'opera e del territorio è limitata" spiega l'organizzazione. Comunque questa sera, dalle 21 e per tutta la notte, l'opera rimarrà aperta nel tratto tra Sulzano e Peschiera Maraglio (Monte Isola) e sarà illuminata con lampade mobili ricaricabili che verranno posizionate lungo la passerella. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa