Strage in villa,via 3/o processo appello

Nel 2006 uccisi padre, madre e figlio in loro abitazione

(ANSA) - MILANO, 22 MAR - Prende il via questa mattina davanti alla seconda sezione della Corte d'Assise d'appello di Milano il terzo processo d'appello a carico dei cugini trapanesi Vito e Salvatore Marino, accusati della strage della famiglia Cottarelli. Sono ritenuti i responsabili della morte di Angelo Cottarelli, della moglie Marzene e del loro figlio Luca, uccisi nella loro abitazione a Brescia il 28 agosto del 2006. I cugini Marino vennero assolti in primo grado, condannati all'ergastolo nel primo appello, ma la Cassazione annullò la sentenza rimandando gli atti a Milano. Anche nel corso del secondo appello vennero condannati all'ergastolo, ma per la seconda volta la Cassazione annullò la sentenza. Questa mattina in aula sarà ascoltato come testimone Dino Grusovin, unico condannato per la vicenda e che, dopo un periodo di latitanza, sta scontando 20 anni di carcere per concorso in omicidio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa