La viticoltura lombarda a Vinitaly 2016

Presentato in Regione Padiglione che ospiterà 200 aziende

(ANSA) - MILANO, 22 MAR - Giovane e donna: questo il volto della nuova viticoltura in Lombardia, che si presenta alla prossima edizione di Vinitaly (a Verona dal 10 al 13 aprile) con un 2015 chiuso con il segno più. Sono aumentate infatti dell'11,7% le produzioni di Docg e del 9% quelle dei Doc. Il Padiglione Lombardia per la rassegna veronese, presentato oggi alle sede della Regione a Milano, ospiterà 200 aziende e oltre mille etichette in degustazione. Protagonisti di quest'anno saranno proprio le imprenditrici donna e i giovani imprenditori del vino: è guidata da questi ultimi una impresa vitivinicola lombarda su sette (il 13,2%). Un'altra novità 2016 sarà la sala degustazione da circa 30 posti destinata ad accogliere i compratori stranieri: tra il 2010 e il 2015 il valore export dei vini lombardi è cresciuto del 20%, arrivando a quota 255 milioni di euro.
    "Non siamo solo la regione del latte e dei formaggi ma anche del vino di qualità", ha commentato l'assessore regionale lombardo all'Agricoltura Gianni Fava.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati



Damiano Marzocchini

Acque reflue, quando lo smaltimento è a norma di legge

I sistemi completi formati da stazioni di sollevamento, pompe, quadri elettrici e valvole della Orma Sas di Grassobbio, in provincia di Bergamo, sono la soluzione ideale per il corretto smaltimento dei liquami in ambito civile e industriale


Gianandrea Bonometti - Clinica Veterinaria S.Polo

«Puppy class»: alla Clinica Veterinaria San Polo di Brescia la scuola dei cani

Incontri di socializzazioni tra cuccioli tra i 2 e 5 mesi di vita durante i quali i proprietari imparano le basi dell’educazione e della comunicazione tra cani


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa