Delitto Mozzate, appello aumenta pena

Da 16 a 28 anni, all'epoca 17enne, in concorso con albanese

(ANSA) - RIMINI, 10 FEB - La Corte di Appello di Bologna ha condannato a 28 anni, con l'accusa di concorso in omicidio, il giovane, da poco maggiorenne, che secondo l'accusa aveva partecipato con Dritan Demiraj, 30enne albanese, all'omicidio di Silvio Mannina e Lidia Nusdorfi, commessi rispettivamente a Rimini e a Mozzate (Como) all'inizio del 2014. La sentenza ribalta quella di primo grado nella quale il ragazzo (anche lui di nazionalità albanese e fratello di un conoscente di Demiraj), all'epoca minore, era stato condannato a 16 anni. Mentre in primo grado gli era stato riconosciuto il concorso solo per l'omicidio di Mannina, l'appello ha contestato entrambi gli omicidi per via della sua presenza a Mozzate dove era stata uccisa a coltellate la Nusdorfi. A incastrarlo è stata la testimonianza di Monica Sanchi, ex compagna di Demiraj, anche lei coinvolta nella vicenda. Il ragazzo era stato arrestato in Francia nel luglio 2014, a casa della famiglia dove viveva.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

C.R.M. Utensili speciali

CRM Utensili Speciali raddoppia la sede

Un investimento di oltre 1500 mq per ottimizzare la capacità produttiva dell'azienda di Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo, specializzata nella progettazione e produzione di utensili speciali a profilo per torni plurimandrino


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa