Eco: Moni Ovadia, perdiamo un'epopea

Gigante del pensiero, aveva leggerezza nelle relazioni

(ANSA) - MILANO, 21 FEB - "Perdiamo un'epopea non solo un uomo ma per me era Umberto. Lascia più di un vuoto, una voragine". Così l'attore teatrale e drammaturgo, Moni Ovadia, in visita alla famiglia di Umberto Eco, ha ricordato del semiologo, filosofo e scrittore morto a Milano venerdì sera. "Era un uomo che non aveva nessuna prosopopea di sé, lui che era un vero gigante del pensiero non aveva nessun senso di compiacimento - ha aggiunto -. Oltre ad essere un grande cultore dell'umorismo, aveva una leggerezza nelle relazioni tra le persone straordinaria per un uomo di quella caratura. A volte aveva i comportamenti quasi di un ragazzo". Oltre a Moni Ovadia questa mattina ha fatto visita alla salma di Umberto Eco anche il giornalista e conduttore tv, Gad Lerner.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

C.R.M. Utensili speciali

CRM Utensili Speciali raddoppia la sede

Un investimento di oltre 1500 mq per ottimizzare la capacità produttiva dell'azienda di Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo, specializzata nella progettazione e produzione di utensili speciali a profilo per torni plurimandrino


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa