In casa Rizzi 15mila euro in contanti

Durante le perquisizioni seguite all'arresto di ieri

(ANSA) - MILANO, 17 FEB - Quindicimila euro in contanti. Li hanno trovati i carabinieri di Milano perquisendo ieri l'abitazione del consigliere regionale lombardo ed ex senatore leghista Fabio Rizzi dopo il suo arresto. E' quanto emerge dalle indagini sulla sanità lombarda coordinate dal pm di Monza Manuela Massenz. I contanti trovati durante la perquisizione potrebbero corrispondere ad una tranche della presunta tangente da 50mila euro che sarebbe stata pagata dall'imprenditrice Maria Paola Canegrati a Rizzi e al suo 'braccio destro' Mario Longo attraverso l'emissione di due presunte false fatture. Per il gip di Monza, che ha firmato l'ordinanza d'arresto, la "conferma della dazione" della tranche della presunta 'stecca' al politico leghista, infatti, si ricava da un'intercettazione del 17 gennaio 2015 tra Rizzi "e la sua convivente riguardo la detenzione di circa 15.000 euro in contanti nella mansarda di casa".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa