Imprenditore ucciso, arrestato fratello

Movente sarebbero stati rancori personali e sul lavoro

 I Carabinieri hanno arrestato per omicidio Sandro Tromboni, fratello di Luca Tromboni, l'imprenditore cinquantenne che fu rinvenuto cadavere, ucciso a colpi di arma da fuoco, all'interno dell'azienda di famiglia, il 20 marzo 2015 a Quinto de' Stampi, una frazione di Rozzano (Milano).

    I militari sono riusciti a demolire l'alibi dell'uomo, su cui erano subito caduti i sospetti. Motivo del delitto sarebbero rancori personali e professionali, riguardo alla gestione della ditta di cui erano entrambi soci.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa