Morti sospette, Cc sentono 15 famiglie

Procura Bergamo decide riesumazione dei corpi di 6 pazienti

(ANSA) - BERGAMO, 22 GEN - Quindici famiglie di pazienti morti l'anno scorso nel reparto di Medicina dell'ospedale di Piario (Bergamo) sono state sentite dai carabinieri di Clusone nell' inchiesta che vede come unica indagata per omicidio preterintenzionale l'infermiera Anna Rinelli, 43 anni, di Piario (e ora in malattia), accusata di aver somministrato dosi non prescritte di Valium ai pazienti, causandone la morte. Per accertare che questo sia in effetti accaduto, la Procura di Bergamo ha individuato le salme di 6 pazienti deceduti (su 89, dei quali erano state sequestrate le cartelle cliniche) da far riesumare. Nei prossimi giorni i carabinieri interrogheranno i familiari di altri 35 pazienti deceduti durante il ricovero nel corso del 2015. Una decina dei primi 15 familiari già sentiti hanno sporto denuncia. Le denunce potrebbero dunque aumentare.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa