Omicidio Macchi: Binda, io non c'entro

Sono tranquillo, aspetto che tutto si chiarisca

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - "Sono tranquillo, non c'entro nulla, aspetto che tutto si chiarisca". Così ha detto al suo legale, Stefano Binda, l'ex compagno di liceo di Lidia Macchi, arrestato per l'omicidio della giovane, trovata morta, il 7 gennaio 1987. L'avvocato, Sergio Martelli, ha incontrato Binda in carcere a Varese. "Certo trovarsi in cella non è una esperienza che faccia piacere a nessuno - ha aggiunto il legale - Ma mi sembra che stia reagendo con tranquillità e ovviamente continua a negare". Il 19 gennaio l'interrogatorio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati



Damiano Marzocchini

Acque reflue, quando lo smaltimento è a norma di legge

I sistemi completi formati da stazioni di sollevamento, pompe, quadri elettrici e valvole della Orma Sas di Grassobbio, in provincia di Bergamo, sono la soluzione ideale per il corretto smaltimento dei liquami in ambito civile e industriale


Gianandrea Bonometti - Clinica Veterinaria S.Polo

«Puppy class»: alla Clinica Veterinaria San Polo di Brescia la scuola dei cani

Incontri di socializzazioni tra cuccioli tra i 2 e 5 mesi di vita durante i quali i proprietari imparano le basi dell’educazione e della comunicazione tra cani


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Casinó Campione
Aeroporto Malpensa