Festa di gala per i 120 anni del Grande Hotel Savoia a Genova

Tra i 5 stelle più antichi d’Italia, mostra sulla sua storia

Redazione ANSA

GENOVA - I 120 anni di storia del Grand Hotel Savoia di Genova, uno degli alberghi 5 stelle più antichi d'Italia, sono raccontati in una mostra a ingresso libero da oggi fino al 31 dicembre nel 'Bar Royale' della struttura e intitolata 'l'Ultimo Moschettiere'.
L'amministratore delegato del gruppo Planetaria Hotels Sofia Gioia Vedani, attuale proprietario, e il direttore del Savoia Gabriele Fortunato l'hanno svelata in anteprima alla stampa in occasione della serata di gala, organizzata per festeggiare l'anniversario, a cui hanno partecipato oltre 200 persone tra imprenditori e politici, tra cui il sindaco Marco Bucci e il governatore Giovanni Toti.
Il 5 stelle dal passato glorioso a fianco dei prestigiosi hotel Columbia e Miramare, ai tempi conosciuti come 'i tre moschettieri', è l'unico ad aver mantenuto una destinazione turistico-ricettiva. Il Columbia si è trasformato in una biblioteca universitaria, il Miramare in residenze.
"Quando abbiamo rilevato la struttura nel 1999 nessuno credeva in una Genova turistica, la città non era neppure sulle mappe turistiche internazionali, invece è stata una scommessa vinta, investire a Genova ha un senso e molti nuovi imprenditori negli ultimi anni sono arrivati, quando abbiamo investito noi era veramente una follia, però avevamo visto in Genova ciò che molti genovesi stessi non vedevano, la bellezza nascosta e segreta che via via i turisti hanno scoperto. La posizione, la maestosità dei suoi ambienti, il panorama della terrazza con vista sulla Lanterna e che abbraccia tutta Genova ci hanno fatto innamorare, per questo albergo c'è stato per un colpo di fulmine che è diventato un grande amore", dice l'amministratore delegato di Planetaria Hotel Sofia Gioia Vedani.
Il direttore, Gabriele Fortunato, spiega: "Abbiamo aperto i battenti il 27 ottobre del 1897, - spiega Fortunato - per opera di due intraprendenti industriali noti a Genova, i signori Lippert e Fioroni, quest'ultimo fondatore e primo presidente della Società Italiana Albergatori. Festeggiamo i 120 anni del Grand Hotel Savoia guardando al futuro. Qui abbiamo accolto numerose teste coronate e personalità conosciute in tutto il mondo. Il Grand Hotel Savoia è stato ed è un'eccellenza dell'ospitalità genovese, pensate che è stato il primo hotel in Italia ad avere l'acqua corrente calda e fredda in ogni camera". La mostra attraverso foto d'epoca, articoli e documenti storici, permetterà di scoprire i segreti e le curiosità dell'hotel. Come la vicenda del ritrovamento del tesoro dell'Acquaverde a marzo 1897 durante i lavori di costruzione dell'albergo, poi trafugato. Oggi nello stesso luogo è stato creato il 'Giardino dei Pirati' per celebrare quell'evento. O il sottopassaggio che collegava il Savoia direttamente alla stazione ferroviaria di Genova Principe. Fino al libro degli ospiti illustri che custodisce le firme di Vittorio Emanuele III, della dinastia Borbone, di Umberto di Savoia, di compositori come Pietro Mascagni e Igor Strawinski, ammiragli, principi e principesse. L'autografo dell'attrice Nicole Kidman e dell'attore Tim Roth che hanno soggiornato nel novembre 2012 durante le riprese del film 'Grace di Monaco'. Fino al post dedicato a Genova da Claudio Baglioni pubblicato sulla sua pagina facebook il 6 aprile 2016 con una foto scattata dal Savoia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in