Liguria: Toti a Roma, polemica in Consiglio

Governatore a conferenza stampa di Cambiamo! Toti replica: 'Sono nella sede della Regione a lavorare'

(ANSA) - GENOVA, 12 SET - Polemiche in consiglio regionale, il primo dopo la pausa estiva, per l'assenza del presidente della Liguria Giovanni Toti "per impegni istituzionali" a Roma.
    Le opposizioni hanno fatto notare che Toti a Roma ha rilasciato interviste televisive e partecipato alla conferenza stampa dei cinque deputati che entrano nel suo movimento Cambiamo!, "attività non riconducibili a impegni istituzionali". Il presidente dell'assemblea Alessandro Piana ha precisato che "il presidente Toti attraverso una email nei giorni scorsi ha annunciato la sua assenza per motivi istituzionali delegando in sua vece l'assessore regionale alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone senza specificare nel dettaglio quali erano gli impegni". "Sarà mia cura chiedere quali sono stati gli impegni istituzionali del presidente per trasmetterli ai consiglieri che ne hanno fatto richiesta. Faccio notare che gli impegni istituzionali a Roma potrebbero essere anche nel primo pomeriggio", ha aggiunto Piana.
    "Vogliamo sapere quali sono stati gli impegni istituzionali del presidente Toti impegnato a Roma, è impegno istituzionale presentare il suo nuovo movimento?", chiede il capogruppo Pd Giovanni Lunardon.
    "Credo che Toti doveva dire che andava via per motivi personali, non istituzionali, sono due cose assolutamente diverse", sottolinea il capogruppo di Rete a Sinistra-LiberaMente Liguria Gianni Pastorino. "Toti fa campagna elettorale a Roma, poco fa era in diretta su Rai News 24 e altre emittenti tv, dove presentava un progetto politico che esula dai suoi compiti istituzionali", attacca la capogruppo M5S Alice Salvatore.

"Non prendo lezioni da Pd e Cinque Stelle che strumentalmente attaccano la mia assenza in Consiglio regionale regolarmente segnalata. In più, oggi, erano in programma interrogazioni a risposta immediata, e gli assessori della Giunta erano presenti per fornire tutte le puntuali risposte del caso". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti replica alle critiche delle opposizioni per la sua assenza in consiglio regionale "per impegni istituzionali" a Roma. "Ecco che anche in Liguria si fanno le prove generali dell'alleanza contro natura Pd e Cinque Stelle, divisi su tutti i temi importanti ma uniti solamente nell'esercizio di polemiche sterili, che ben vede impegnati entrambi. Si parte col Pd, il cui segretario Zingaretti è meglio conosciuto come Presidente Fantasma in Regione Lazio, senza contare il precedente illustre dei funghi di Burlando, o di loro assessori alla Protezione Civile che facevano campagna elettorale durante le allerte meteo. Si passa poi ai Cinque Stelle: con che coraggio criticano le mie presenze in televisione dopo essersi ufficialmente lamentati per non essere stati inquadrati su Rai News nella giornata della demolizione di quello che restava di Ponte Morandi? Si interroghino sulla loro coerenza prima di puntare il dito sugli altri". "Noi comunque siamo nella sede di Regione Liguria a lavorare e forse sarebbe il caso che si adoperassero anche loro nella capitale per dare almeno uno straccio di rappresentanza ligure nel loro Governo", ribadisce.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA