Consiglio approva bilancio Regione 2018

A favore 16 voti maggioranza centrodestra. Contrari 14 minoranza

Il Consiglio regionale ligure ha approvato con 16 voti a favore (maggioranza di centro destra) e 14 contrari (minoranza) il Bilancio di previsione della Regione Liguria per gli anni finanziari 2018-2020. Per l'esercizio finanziario 2018 sono previste entrate di competenza per 7 miliardi e 148 milioni circa e di cassa per 12 miliardi e 634 milioni. Sono autorizzati impegni di spesa per 7 miliardi e 148 milioni e pagamenti per 12 miliardi e 634 milioni. Per l' esercizio finanziario 2019 sono previste entrate di competenza per 6 miliardi e 507 milioni e impegni di spesa per il medesimo importo. Per l'esercizio finanziario 2020 sono previste entrate e spese di competenza per euro 6 miliardi e 471 milioni. Le risorse effettive al netto delle partite di giro iscritte nel bilancio di previsione per l'anno finanziario 2018 ammontano a 5.113 milioni di cui 4.319 milioni hanno un vincolo di destinazione. Le risorse di natura discrezionale sono 632 milioni di euro (429 milioni di euro hanno natura ricorrente e 203 milioni di euro hanno natura una tantum).
    Le risorse discrezionali a carattere ricorrente più importanti sono rappresentate dai tributi propri (402 milioni di euro). Le principali risorse discrezionali "una tantum" riguardano le entrate derivanti da indebitamento (159 milioni di euro). Le partite di giro figurano iscritte in 2.035 milioni di euro.
    Le principali risorse con vincolo di destinazione sono imposte, tasse e proventi assimilati (32,7 milioni di euro), attribuzioni in base a leggi statali di programma (139,8 milioni di euro), i fondi per la protezione civile e per i danni da alluvioni (7,4 milioni di euro per oneri mutui), il finanziamento del trasporto pubblico locale (201,2 milioni di euro), il concorso statale nel pagamento degli oneri dei mutui per il settore trasporti (8,7 milioni di euro). Inoltre sono iscritti trasferimenti per programmi comunitari U.E./Stato (185 milioni di euro). Il fondo sanitario regionale (3.247 milioni di euro complessivi) è alimentato per l'anno 2018 dalla quota IRAP di 498 milioni di euro, dall'addizionale IRPEF di 286 milioni di euro, dalla compartecipazione regionale all'IVA di 2.107 milioni di euro. A questi vanno aggiunti i fondi vincolati per la sanità pari a 113 milioni in conto capitale e 89 milioni correnti. Le previsioni di bilancio del comparto sanitario, sono state costruite sulla base del riparto del Fondo Sanitario 2017. Per le politiche sociali vengono stanziati complessivamente 72,5 milioni di euro, di cui 34,3 milioni vincolati. Il mutuo (1,5 mln) è stato autorizzato per spese di investimento nel settore del turismo.
    Respinti gli emendamenti presentati dalla minoranza.
    Approvato un emendamento di natura tecnica della giunta. Un emendamento di Andrea Melis (Mov5Stelle) e un emendamento di Luca Garibaldi (Pd) sono stati trasformati in altrettanti ordini del giorno successivamente approvati dal Consiglio. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere