Piemonte ricorda sue vittime del Morandi

Il 13 agosto cerimonia a Pinerolo. Familiari lavorano a libro

(ANSA) - PINEROLO (TORINO), 11 AGO - "Un anno dopo la ferita è ancora viva, i ricordi nitidi, il dolore grande". Nadia è la sorella di Claudia Possetti, la mamma 47enne di Cavour (Torino) tra le vittime del ponte Morandi, lo scorso 14 agosto. Con Claudia persero la vita i suoi figli, Camilla e Manuele Bellasio di 12 e 16 anni, e il marito Andrea Vittone, 49 anni, sposato venti giorni prima.
    Pinerolo ricorda martedì, 13 agosto, le vittime del Morandi con una cerimonia pubblica di fronte al teatro Sociale. In segno di lutto, le bandiere del Comune saranno a mezz'asta. "Non so se parleremo - dice Nadia - Forse porterà un messaggio mia sorella Egle", presidente del comitato vittime del ponte Morandi, sette delle quali piemontesi. "Con le altre famiglie ci sentiamo tutti i giorni - conclude Possetti - vogliamo la verità. In autunno una dozzina di famiglie del gruppo contribuirà alla stesura di un libro in cui racconteremo il nostro ponte Morandi, il racconto di quel giorno in cui, perdendo i nostri cari, per noi è cambiato tutto".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere